Storia artigiani



Tonio

TonioTonio, è un artigiano capace di rappresentare a pieno l’intraprendenza e la maestria di chi abita la sua terra: la Puglia.

Ha iniziato a lavorare con l’archetto da traforo a 12 anni e poi non si è più fermato. Ha fatto esperienza presso un falegname e nella carrozzeria di suo padre. Ha imparato a lavorare il legno con varie tecniche, ma anche l’alluminio e il corian. Sa combinare il legno con il vetro e con la pietra leccese. Studia nei minimi dettagli i circuiti elettrici delle sue sculture luminose. Ha imparato a progettare con cura gli oggetti che propone per dare loro una linea e un carattere, fino ad avvicinare il suo artigianato a quel limite indefinito che si trova tra arte e design.

Espone i suoi oggetti con sua moglie, Melinda, pittrice professionista. Insieme hanno scelto di condividere il loro atelier con un artista del vetro, creando così un ambiente pieno di poesia e di fascino.

Negli oggetti di Tonio non si riconosce soltanto la maestria artigiana nella lavorazione del legno e degli altri materiali. Si riconosce l’idea di una progettazione. Un pensiero che coniuga il fascino della forma, la bellezza dei materiali, morbidi accozzamenti di colori e la funzionalità pratica di ogni oggetto.

Insomma gli oggetti di Tonio funzionano. Un tavolo sa far bene il tavolo, così come un mobile o una sedia sanno svolgere il loro ruolo, ma nello stesso tempo sono oggetti con una personalità elegante, discreta, capace di conferire carattere ad una stanza e di esprimere al meglio quello di chi li sceglie.