ESSENZA | Un desk che ha come protagonista il Cipresso

Cari lettori, oggi vi presentiamo un nuovo prodotto che va ad arrichire la selezione IWoodS fatta apposta per voi e che sarà sicuramente amato da chi adora il design essenziale ma soprattutto il legno.

Il termine essenza deriva dal Greco e, secondo la concezione aristotelica, significa «ciò per cui una certa cosa è quello che è, e non un’altra cosa».

Ecco, ESSENZA esprime ciò che per noi è il legno di Cipresso. Due grandi tavole, spesse più di 6 cm, lisce, piacevoli al tatto e molto profumate.

Le abbiamo lasciate smussate all’esterno per poter immaginare la forma dell’albero da cui sono state tratte

Per sostenerle ci sono due semplici strutture in metallo, robuste quanto basta per rendere il tutto molto stabile, ma anche molto discrete da lasciare la scena principale alle tavole di cipresso.

In questo tavolo il legno e la sua naturalezza sono protagonisti: le grandi tavole sono lasciate al naturale, prive di trattamenti, perché questo consente alla fragranza del Cipresso di esalare e donare un profumo caratteristico alla stanza in cui viene collocato.

Il nome deriva dal suo stile essenziale ma anche dalla fragranza peculiare di questa meravigliosa specie arborea.

ESSENZA è stata pensata per essere personalizzata sia nella lunghezza che nella larghezza, in modo da adattare le sue dimensioni in base all’uso che se ne vuole fare.

Se il profumo inebriante del cipresso non riuscisse a trasportarvi con il pensiero nelle assolate colline Toscane, è sempre possibile scegliere tavole di un’altra specie legnosa. Non donerà le stesse sensazioni olfattive che può donare il Cipresso, ma la vista e il tatto potranno essere ugualmente gratificati ad ogni sguardo e ad ogni tocco leggero sulla sua superficie.

A proposito di Cipresso, non possiamo fare a meno di accennare alla storia, alle leggende e alle caratteristiche di questo legno, considerando che è il protagonista indiscusso di questo desk.

Il Cipresso è per antonomasia l’albero che caratterizza la Toscana, dove è facile individuarlo come specie ornalmentale, nelle alberaturi stradali o nelle colline più assolate, come in Val d’Orcia, dove resiste meglio di altre piante alle calure estive e alla siccità.

Famoso paesaggio toscano è anche il viale dei Cipressi, immortalato dal poeta Gosuè Carducci nell’opera Davanti a San Guido, che con uno sviluppo rettilineo di quasi 4 chilometri, collega Bolgheri (nota località Toscana legata alla cultura vinicola) all’ Oratorio di San Guido. Nientemeno questo viale è soggetto a tutela nell’ambito del patrimonio storico nazionale.

Il legno del Cipresso è caratterizzato da un colore bianco giallastro, è resistente ed ha un’ottima durabilità, ma forse la caratteristica che lo rende speciale è il profumo che esala, in grado di perdurare negli anni.

È indicato per infissi esterni e per costruzioni navali grazie alla sua capacità di sopportare ambienti umidi, ma è adatto anche a lavori di artigianato e alla produzione di mobili destinati a conservare per lunghi periodi abiti e tessuti da corredo per la capacità di allontanare insetti e parassiti.

Così durevole, così incorruttibile, così affidabile che, secondo la leggenda, il Signore stesso ordinò a Noè nel Libro della Genesi: “Fatti un’arca di legno di cipresso”.

 

 

 

Storie coinvolgenti, video emozionali e fotografie di alta qualità con tematiche legate al legno, alla casa, all’artigianato e al design… Questo è il Blog di IWoodS! Se vuoi restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter o seguici su Facebook e Instagram


Secondo la legge 248 del 28 Agosto 2000, intotolata “Nuove norme di tutela del diritto d’autore”, le foto nell’articolo sono sotto copyright e di proprietà di IWoodS.

Credit Photo of San Quiriciolo d’Orcia, Tuscany, Italy: Luca Micheli

 

Lascia un commento